Header Relazione

Veicoli Commerciali

Italia

In analogia a quanto previsto per i ciclomotori a 2 ruote, per ottenere il certificato di abilitazione alla guida dei ciclomotori a tre ruote e dei quadricicli leggeri (le cosiddette minicar) a partire dal mese di aprile è necessario sostenere un esame pratico, oltre alla già obbligatoria prova teorica. E' da notare che, qualunque sia il tipo di veicolo su cui si decida di svolgere l'esame, il certificato consente la guida di tutti i ciclomotori 2 e 3 ruote e dei quadricicli leggeri.

Nel mese di maggio 2011, la Commissione IX (Trasporti) del Parlamento italiano ha inviato alle istituzioni dell’Unione Europea una sua valutazione in merito alla bozza di Regolamento per la futura omologazione comunitaria (COM(2010)542 def), sottolineando alcuni punti critici come la tempistica troppo ristretta prevista per l’applicazione delle future procedure e il limite di massa massima troppo stringente per i quadricicli. In aggiunta a tali commenti, la Commissione IX del Parlamento italiano ha richiesto che la Commissione UE valuti la possibilità di introdurre non meglio definite prove di sicurezza obbligatorie per l’omologazione di alcuni tipi di quadricicli.

Europa

A partire dal 7 febbraio 2011, in ottemperanza alla direttiva 2008/89/CE, i veicoli delle categorie M1 (automobili) e N1 (veicoli per trasporto merci, come il Porter) di nuova omologazione devono montare luci di marcia diurna (DRL-Daytime Running Lights). Questa prescrizione è stata imposta dall’Unione Europea al fine di accrescere la sicurezza stradale, attraverso il miglioramento della visibilità dei veicoli.

L’11 maggio 2011 è stato approvato il Regolamento n. 510/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio, che definisce i livelli di emissioni di CO2 dei veicoli commerciali leggeri. Il Regolamento prevede la possibilità per i piccoli costruttori di veicoli N1 di derogare ai nuovi limiti sulle emissioni inquinanti, mantenendo un valore di emissioni più elevato. L’elaborazione da parte della Commissione Europea dei parametri che il costruttore dovrà rispettare per ottenere tale deroga avrà inizio in autunno.

India

In India procede l’attività di aggiornamento della legislazione nazionale sulla sicurezza e sull’inquinamento dei veicoli agli standard internazionali. In particolare, sta continuando il processo di adeguamento alle norme europee delle prescrizioni concernenti le emissioni inquinanti prodotte dai veicoli nelle grandi città e i regolamenti sulla sicurezza si stanno allineando a quelli pubblicati in ambito UNECE.